Come usare qBittorrent

Al giorno d’oggi quasi tutti hanno installato sul loro pc uTorrent, il famosissimo client che ci permette di scaricare file P2P in maniera semplice e gratuita. Tuttavia oggi noi vi vogliamo proporre un alternativa molto valida, anch’essa gratuita, che ci offre alcune funzioni in più rispetto al classico client. Il programma in questione si chiama qBittorrent e oggi andremo come funziona e come utilizzarlo.

Guida

Innanzitutto prima di poter usare il programma dovrete, logicamente, scaricarlo e installarlo. Esso è disponibile sia per: Windows, Linux e OS X. Se utilizzate come sistema operativo Windows o OS X potete reperire i file di installazione facilmente da qui:

Download: qBittorrent

Linux

Per linux invece potrete scaricare direttamente il pacchetto di installazione dal terminale. Per fare ciò basterà aprire il terminale, qui a seconda della versione di linux il comando varierà. Per quanto riguarda Ubuntu e Mint dovrete digitare:

sudo apt-get install qbittorrent

Mentre per le altre versioni di linux dovrete innanzitutto aggiungere una repository. Dunque aprite il terminale e digitate i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository ppa:qbittorrent-team/qbittorrent-stable

sudo apt-get update && sudo apt-get install qbittorrent

Completati questi passaggi il programma dovrebbe essere installato.

Windows

Una volta scaricato il file reperibile al link postato sopra iniziate il processo d’installazione.

installazione qBittorrent

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come potrete già notare dall’installazione rispetto a gli altri client, esso non chiede l’installazione di nessun programma aggiuntivo. Detto questo cliccate sua “Avanti“.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa schermata dovrete accettare il contratto di licenza, per far ciò non dovrete far altro che mettere la spunta sulla casella relativa a “Accetto le condizioni della licenza” e poi premere su “Avanti“.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui vi consigliamo di lasciare tutto com’è, al massimo mettere la spunta su “Crea icone sul desktop”, dopodiché cliccate su “Avanti“.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa schermata inserite il percorso in cui desiderate installare il programma e poi cliccate su “Avanti“. A questo punto terminata l’installazione cliccate su “Fine“. Al primo avvio il programma vi mostrerà una finestra riguardo l’uso del programma per scopi illeciti.

 

 

 

 

 

Dunque cliccate su “Accetta” per poter usare il programma.

Grafica

Il programma si presenta in questo modo:

qBittorrent

 

&nbsp

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come si può vedere l’interfaccia ricorda molto quella di utorrent o di altri client. Dunque da questo punto di vista il passaggio di programma è meno “traumatico”. Ma andiamo ad analizzare meglio l’interfaccia.

Colonna laterale

Sulla sinistra troviamo una colonna in cui sono presenti varie categorie.

  • Tutti: mostra tutti i torrent che avete aggiunto.
  • In download: mostra i torrent ancora in download.
  • In condivisione: mostra i torrent completi in upload.
  • Completati: mostra i torrent il cui download è stato completato.
  • Ripresi: mostra i torrent avviati.
  • In pausa: mostra i torrent messi in pausa.
  • Attivi: mostra i torrent attivi.
  • Non Attivi: mostra i torrent non attivi.
  • Con errori: mostra i torrent con errori.

Barra superiore

 

 

 

In questa barra partendo da sinistra troviamo:

  • Aggiungi collegamento torrent: permette di aggiungere un file torrent tramite link magnet.
  • Aggiungi file torrent: permette di aggiungere un file .torrent al programma.
  • Elimina: permette di rimuovere tutti i torrent selezionati.
  • Avvia/Avvia tutti: permette di avviare uno o tutti i torrent.
  • Metti in pausa/Metti in pausa tutti: permette di mettere in pausa uno o tutti i torrent.
  • Priorità: permettono di impostare la priorità dei vari torrent.
  • Opzioni: apre le impostazioni del programma.

In fondo alla barra è presente un lucchetto che ci permette di impostare una password per usare qBittorrent.

Barra inferiore

Diamo un occhiata anche alla barra inferiore.

 

  • Generale: mostra le info sul file torrent selezionato.
  • Tracker: permette di gestire i tracker.
  • Peer: mostra tutti gli utenti connessi al torrent.
  • Sorgenti Http: mostra le fonti HTTP per scaricare più velocemente.
  • Contenuto: mostra il contenuto del torrent (file o cartelle).

Scaricare file torrent

Visto che qBittorrent ci permette di scaricare sia tramite link che tramite file, possiamo procedere in due modi:

 

 

 

  • Ci procuriamo il file .torrent dal nostro sito di “fiducia” e poi procediamo cliccando su “Aggiungi file torrent” per inserirlo nel programma.
  • Ci procuriamo soltanto il link (magnet) e procediamo cliccando su “Aggiungi collegamento torrent”.

Gestione dei torrent

Anche in questo campo qBittorrent risulta molto più efficiente di uTorrent. Infatti una volta inserito il file torrent/o link, il download partirà al centro dello schermo.

guida qBittorrent

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulle colonne del gestore troviamo molte informazioni sul torrent:

  • #: mostra l’ordine dei torrent.
  • Nome: mostra i nomi di tutti i torrent.
  • Dimensione: mostra le dimensioni dei torrent.
  • Avanzamento: mostra in percentuale completata del torrent.
  • Stato: mostra lo stato del torrent.
  • Seed: mostra quanti utenti stanno fornendo il file (Completi al 100%).
  • Peer: mostra quanti utenti (inferiori al 100%) stanno fornendo il file.
  • Velocità download: mostra la velocità in download dei torrent (in KB/s)
  • Velocità upload: mostra la velocità in upload dei torrent (in KB/s)
  • Tempo stimato: mostra quando tempo manca al termine del download.

Impostazioni

Possiamo accedere alle impostazioni sia cliccando sull’icona presente sulla barra, oppure utilizzando la combinazione “ALT+O“. La finestra delle impostazioni si presenta cosi:

impostazioni qBittorrent

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da qui potrete impostare la porta, che avete aperto per permettere un download più veloce, cambiare cartella di download, impostare limiti di download e upload e tante altre impostazioni. Vi alleghiamo qua sotto tutte le finestre delle impostazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *